Usa, insider società quotate fanno incetta di titoli azionari

22 Agosto 2017, di Daniele Chicca

Approfittando dei cali visti ultimamente a Wall Street i dirigenti e azionisti delle società quotate americane stanno facendo incetta di titoli di Borsa. Il calo degli indici visto di recente ha allontanato i cosiddetti “insider”, sebbene l’S&P 500 sia in calo di appena il 2% dai massimi di tutti i tempi. Se ci si affida ai dati di Argus Research, secondo cui il tasso di attività degli insider 1,94 operazioni di Sell per ogni ordine di Buy, la fase di ritracciamento quasi fisiologica dei listini di Borsa non avrà vita lunga.

Anche se letture del genere a volte possono essere indicatori contrarian – per esempio quando c’è troppo ottimismo nelle sale operative spesso viene consigliato di andare controcorrente – Argus precisa che il suo rapporto non funziona in questo modo. Quando il mercato accelera, è importante che gli insider mostrino una certa fiducia sulle Borse e sul fatto che il calo non è destinato a durare. Il comportamento degli insider viene reputato un indicatore attendibile di come andranno i mercati.

Se i listini azionari dovessero calare di prezzo e gli insider non dovessero acquistare titoli, allora “ci sarebbe da allarmarsi“, secondo l’analista di Argus David Coleman, che per il momento dice di essere “moderatamente ottimista”.