Unilever tra i titoli peggiori in Europa. Sconta outlook debole per inizi 2017

26 Gennaio 2017, di Laura Naka Antonelli

Notizie poco confortanti per il colosso dei prodotti al consumo Unilever. La società ha reso noto di aver assistito nel quarto trimestre a una crescita delle vendite del 2,2%, facendo peggio delle attese, a causa della debolezza sofferta in India e sulla scia del rallentamento dell’economia brasiliana.

Unilever ha reso noto di aver concluso il 2016 con utili netti pari a 5,18 miliardi di euro, su un fatturato di 52,71 miliardi. Il fatturato, in calo dai 53,27 miliardi del 2015, è stato lievemente inferiore alle attese degli analisti, che avevano previsto un giro d’affari di 52,83 miliardi di euro.

Al lordo delle tasse, gli utili di Unilever si sono attestati a 7,47 miliardi di euro, in crescita rispetto ai 7,22 miliardi dell’anno precedente.

L’utile per azione su base adjusted è stato di 1,88 euro nell’anno, lievemente superiore agli 1,87 euro stimati.

Il colosso ha diramato una nota in cui afferma che le condizioni rimarranno difficili anche nel primo semestre del 2017, per poi migliorare con il trascorrere dell’anno.

Il titolo Unilever si conferma tra i peggiori dello Stoxx Europe 600, l’indice di riferimento dell’azionario europeo.