Unicredit: via 2.700 addetti, entrano 700 giovani

5 Febbraio 2016, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) – Raggiunto l’accordo tra i sindacati e Unicredit in merito alla seconda fase del piano industriale 2014-2018 che prevede 2700 uscite volontarie e 700 nuove assunzioni.

La staffetta generazionale prevede l’ingresso di un giovane ogni due pensionati, il cui piano di esodo sarà volontario e incentivato con tre mensilità e mezzo e una clausola di salvaguardia in caso di modifiche alle regole previdenziali.

Definito anche l’importo del premio aziendale fissato a 1000 euro e detassato se il lavoratore sceglie di investire la somma in welfare o 650 euro se opta per il contante. Inoltre ad ogni dipendente verrà dato un tablet.  Mauro Morelli, segretario nazionale della Fabi, commenta:

“Grazie all’unità e determinazione del tavolo sindacale, siamo riusciti a garantire tutte uscite volontarie e ad assicurare nuova occupazione giovanile, pur in un difficile contesto di mercato”.