UK: calo molto pesante per le costruzioni, sterlina a fondo

13 Maggio 2016, di Alberto Battaglia

Il  settore delle costruzioni del Regno Unito, che vale fino al 6% dell’economia, ha sperimentato un calo superiore alle attese nel trimestre concluso a marzo, contraendosi dell’1,1% a fronte di una previsione del -0,9%. Il dato diffuso dall’istituto nazionale di statistica si unisce alla generale incertezza sull’economia globale, e, soprattutto, sull’esito del referendum che chiamerà il popolo britannico a decidere sulla permanenza del Regno Unito nell’Unione Europea.

La variazione nell’output delle costruzioni fra marzo e febbraio è stata negativa del 3,6%, il peggior calo congiunturale dal dicembre 2012. Anche in questo caso la contrazione ha largamente disatteso le previsioni, che intravedevano un calo congiunturale più contenuto del 2,5%.
All’interno del settore, tuttavia, si è registrato un incremento nel trimestre per quanto riguarda l’edilizia, che, però, considerato il solo mese di marzo è anch’essa in calo dello 0,3%.