Ue potrebbe rivedere limiti ai bonus dei banchieri

28 Luglio 2016, di Daniele Chicca

Il tetto imposto ai bonus concessi a manager e banchieri sta recando più danni che benefici alle piccole banche europee e pertanto la Commissione Ue sta pensando di rivedere regole e soglie.

Le regole sono state adottate alla fine della crisi finanziaria del  2007-2008 con l’obiettivo di accontentare l’opinione pubblica che chiedeva di ridurre le grandi somme di denaro che i top manager delle banche continuano a ricevere anche dopo la crisi da loro provocata. Sono i contribuenti che hanno salvato il settore e il sistema finanziario dal collasso in Europa.

I banchieri e le grandi società di investimento europee, specialmente quelle attive nella City di Londra, si sono lamentate del fatto che, mettendo un tetto ai bonus, le regole compromettono la loro capacità di attirare i migliori talenti, dal momento che i gruppi più piccoli e meno attrezzati non possono offrire remunerazioni che tengano il passo con la concorrenza.