UBS potrebbe imporre tassi negativi anche ai clienti ultra ricchi

10 Maggio 2016, di Daniele Chicca

Per far fronte alla politica monetaria espansiva delle banche centrali, l’istituto di credito svizzero UBS sta valutando l’ipotesi di applicare tassi di interesse negativi anche ai clienti privati ultra ricchi. Al momento la clientela della banca paga già tassi negativi. Per via dei tassi di deposito negativi le banche svizzere, da parte loro, devono sborsare ala banca centrale un tasso annuale dello 0,75% per poter depositare soldi presso la SNB.

“Se la situazione resta quella attuale oppure se si dovesse aggravare ulteriormente, dovremo riflettere sull’estensione di tale misura alla nostra clientela più abbiente. Allo stesso tempo dovremo valutare se rilevare i tassi di interesse dei crediti”, ha dichiarato da Basilea il Ceo Sergio Ermotti in occasione dell’assemblea odierna.