UBP: patrimonio gestito in crescita a +10% circa in sei mesi

19 Luglio 2021, di Mariangela Tessa

Il patrimonio in gestione è cresciuto di 13,7 miliardi di franchi raggiungendo i 161,1 miliardi di franchi a fine giugno 2021 (+9,3% rispetto a dicembre 2020)
I ricavi sono rimasti stabili (+0,9%) nonostante un calo di oltre il 22% del margine d’interessi netto nei primi sei mesi dell’anno.
L’utile netto si attesta a 100,2 milioni di franchi in confronto ai 107,6 milioni di franchi dell’esercizio precedente.

Nei primi sei mesi del 2021 il patrimonio in gestione di UBP si è attestato a 161,1 miliardi di franchi, con un incremento del 9,3% rispetto a dicembre 2020. Questa crescita, possibile principalmente grazie agli afflussi netti di capitali della clientela privata (2,0 miliardi di franchi) e a condizioni di mercato favorevoli, è stata favorita anche da una solida performance dell’asset management sia sui fondi propri, sia sui mandati di gestione.

I ricavi sono rimasti stabili a 562,1 milioni di franchi (+0,9%) a fine giugno 2021, in leggero aumento rispetto ai 557,0 milioni di franchi registrati nei primi sei mesi del 2020. Questo risultato è stato raggiunto nonostante il deterioramento del margine d’interessi netto (-29,1 milioni di franchi) che è stato compensato da una crescita delle commissioni in seguito all’elevato livello di attività di trading dei clienti e al costante afflusso verso i nostri mandati.

I costi d’esercizio sono leggermente aumentati, passando dai 360,9 milioni di franchi registrati nei primi sei mesi del 2020 ai 372,7 milioni di franchi a fine giugno 2021 (+3,3%) a seguito degli investimenti effettuati per rinforzare i nostri team di front office e di investimento. L’utile netto ammonta a 100,2 milioni di franchi, contro i 107,6 milioni di franchi registrati l’anno precedente (-6,8%).