UBP: Brent in rialzo fino a $45 in sei mesi

5 Maggio 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – “Il crollo dei prezzi del petrolio ha provocato danni significativi ai bilanci delle compagnie statunitensi di E&P e c’è una preoccupazione diffusa su quanto a lungo saranno in grado spendere più dei propri flussi di cassa. Nel settore si ritiene che le società abbiano bisogno che i prezzi di petrolio e gas naturale si attestino, rispettivamente, al di sopra di 50 dollari al barile e di 3 dollari a milione di metro cubo, per espandere gli sforzi di investimento”.

Così si legge in una nota odierna pubblicata da Erasmo Rodriguez, Senior Equity Analyst, Energy and Utilities di Union Bancaire Privée, secondo lo squilibrio si sta gradualmente aggiustando e il mercato potrebbe tornare in equilibrio nella seconda metà dell’anno. “Noi stiamo rivedendo al rialzo le nostre previsioni sul prezzo del Brent a sei mesi da 40 a 45 dollari al barile”.