Ubi Banca e regia nomine. Bazoli, Massiah e Zanetti verso rinvio a giudizio

18 Novembre 2016, di Redazione Wall Street Italia

L’ex presidente di Intesa Sanpaolo, Giovanni Bazoli, in qualità di presidente dell’Associazione Banca Lombarda e Piemontese, è accusato di far parte “della cabina di regia” che “decideva le nomine degli organi della Banca e delle sue partecipate in condivisione con quelle decise dalla ‘commissione Zanetti'”, di cui faceva parte, tra gli altri, Emilio Zanetti, ex presidente del consiglio di gestione di Ubi Banca. Lo si legge negli avvisi di conclusione delle indagini della procura di Bergamo su Ubi Banca, stando a quanto riporta l’Ansa.

Nel dettaglio, la procura di Bergamo il 17 novembre – dunque nella giornata di ieri – ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari, che solitamente prelude al rinvio a giudizio, a 28 persone, tra amministratori e dirigenti pro tempore, del gruppo Ubi Banca, due associazioni di azionisti del gruppo bancario e gli esponenti della controllata Ubi Leasing. Nel comunicato stampa firmato dal procuratore Walter Mapelli si legge che l’avviso è stato notificato anche ad altre 11 persone, esterne al gruppo bancario.

Dopo due anni di indagine, 39 persone rischiano dunque il processo, tra cui l’amministratore delegato di Ubi Victor Massiah, il presidente del consiglio di sorveglianza Andrea Moltrasio e Giovanni Bazoli, protagonista indiscusso del mondo della finanza italiana.