Turchia: autobomba del PKK uccide 6 civili

14 Gennaio 2016, di Alessandra Caparello

INSTABUL (WSI) – Continua la scia di sangue in Turchia dove sei persone sono rimaste uccise e 39 ferite nell’attacco effettuato dai ribelli del PKK, il partito dei lavoratori del Kurdistan contro il commissariato generale della polizia locale di Cinar, nel Sudest della Turchia.

A colpire la stazione di polizia un’autobomba e un razzo lanciato con armi a lungo raggio che hanno  distrutto anche l’edificio adiacente, dimora di ufficiali e delle loro famiglie. Nello scoppio della bomba a rimanere ucciso anche un bambino. Tutte vittime civili.