Trimestrale McDonald’s: piano di rilancio inizia a dare i primi frutti

24 Ottobre 2017, di Redazione Wall Street Italia

Il piano di rilancio di McDonald’s sta iniziando a dare i primi frutti. Il piano messo a punto dall’AD Steve Easterbrook ha permesso alla catena dei ristoranti fast food di registrare il decimo trimestre di fila con risultati in linea o superiori alle attese degli analisti. McDonald’s ha registrato una crescita superiore alle attese delle vendite globali nei punti vendita aperti da almeno 13 mesi grazie al traino dei ristoranti in Usa, dove un calo dei prezzi sulle bevande e un ampliamento del menù hanno attratto più persone.

I margini sono stati sostenuti dall’offerta di burger e panini premium, dunque più costosi del classico Big Mac ma non tanto quanto quelli messi sul piatto da catene di più alta gamma come Five Guys. “Stiamo servendo più consumatori, più spesso”, ha detto il numero uno del gruppo. Nel terzo trimestre del 2017 McDonald’s ha registrato profitti pari a 1,88 miliardi di dollari ossia 2,32 dollari per azione, in aumento dal miliardo e 280 milioni (o 1,50 dollari per azione) visto nel medesimo periodo dello 2016. Gli analisti puntavano su un utile per azione di 1,77 dollari. Il titolo sale dell’1,5% circa a Wall Street.