Torna la paura lockdown, Borse barcollano. A Milano profondo rosso con oltre -3% per diverse big

20 Dicembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Torna l’incubo chiusure con l’Olanda che ha predisposto il lockdown fino al 14 gennaio e anche la Gran Bretagna starebbe pensando di applicarlo dopo Natale. Avanzata di Omicron che si fa sentire in avvio di settimana sui mercati con Piazza Affari che cede oltre il 2% e i futures di Wall Street che preannunciano un avvio in deciso calo. 

l Ftse Mib segna -2,19% a quota 26.018 punti. Da ricordare che questa sarà una settimana corta per Piazza Affari con l’avvicinarsi del weekend di Natale. Il prossimo venerdì è mercati rimarranno chiusi.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha avvertito che il numero dei casi della nuova variante del Covid sta raddoppiando nell’arco di 1,5-3 giorni nelle aree particolarmente colpite. Ieri l’Olanda è entrata in lockdown, almeno fino al 14 gennaio, mentre il governo britannico ha annunciato di non escludere nuove restrizioni per Natale e anche il governo italiano sta prendendo in considerazione l’ipotesi di inasprire le misure.

Il dottor Anthony Fauci, il principale esperto di malattie infettive della nazione, ha affermato che Omicron ha una straordinaria capacità di diffusione.  Omicron è stato identificato in 43 stati degli Stati Uniti e 89 paesi.

 

Sul fronte banche centrali, stamattina la People’s Bank of China – banca centrale della Cina – ha tagliato il tasso di finanziamento loan prime rate (LPR) a un anno al 3,80%, rispetto al precedente 3,85%. Il tasso è stato tagliato per la prima volta dall’inizio della pandemia Covid-19.

Molto male titoli oil e Stellantis

Male i titoli oil (-3,35% Saipem, -3% ENI e -2,66% Tenaris) con il petrolio in forte calo complici i timori di un indebolimento della domanda complici le restrizioni dettate dall’avanzata della variante omicron. Il contratto WTI che cede circa il 3,5% in area $68,5 al barile.

Tra le big in affanno Stellantis a -2,95% sotto i 16 euro. Circa -3% anche per Exor e Moncler. Vendite anche nel settore bancario con Intesa Sanpaolo e Unicredit entrambe a -2,3% . Mps ha alzato il velo sul nuovo piano industriale che prevede un aumento di capitale da 2,5 miliardi di euro.

Prysmian (-1,77%) nel weekend ha annunciato due nuovi progetti in Usa dal valore complessivo di 900 milioni di dollari.

Unico titolo in positivo è Diasorin (+1,57%).