Tonfo prezzi del petrolio dopo Doha: a New York -7%, tornano a $38

18 Aprile 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMa (WSI) – Il flop al vertice di Doha tra i paesi Opec e non Opec maggiori produttori di petrolio al mondo scatena vendite scatenate sui contratti sul petrolio, con il WTI scambiato sul Nymex di New York che cede quasi -7% durante la sessione asiatica attestandosi attorno a quota $38.

Il crollo del 7% è il più forte in sette mesi e condiziona tutti i mercati. I futures sul Dow Jones sono in perdita di -100 punti. Immediata la reazione delle banche d’affari, con Goldman Sachs che afferma che il mancato raggiungimento di un accordo tra i paesi Opec e non Opec nel vertice di domenica 17 aprile è un fattore “bearish”, ribassista per i prezzi del petrolio e che prevede anche un elevato livello di volatilità dei prezzi.