Tiffany crolla in seguito ai dati sul primo trimestre sotto le attese

24 Maggio 2017, di Alberto Battaglia

Tiffany, il prestigioso marchio del lusso, si trova in forte calo in avvio di seduta a Wall Street, segnando un -8,51%. A giustificare le vendite sul titolo ci sono innanzitutto i dati relativi alle vendite dei medesimi store, che sono scese su scala globale del 3% nel primo trimestre, spiazzando il consenso che aveva previsto un incremento dell’1,6%.
Non sono bastati i dati positivi, in linea con le attese, sugli utili per azione a 74 cent (utile netto a 92,9 milioni di dollari) che si confrontano con una previsione di 70 cent. Il fatturato è cresciuto a 899,6 milioni dai precedenti 891,3; ciononostante la previsione qui, era attestata a 914,7 milioni.