Texas Instruments, titoli al top di 16 anni dopo conti e promozione analisti

26 Luglio 2016, di Daniele Chicca

I titoli di Texas Instruments fanno un balzo del 6% portandosi ai massimi di 16 anni dopo che i risultati migliori del previsto del gruppo di chip e le sue previsioni ottimiste sull’esercizio fiscale hanno spinto gli analisti di Bank of America Merrill Lynch a promuovere le azioni.

Dopo la pubblicazione della trimestrale, l’analista Vivek Arya ha rivisto al rialzo a Buy il giudizio sui titoli, che era fermo a Neutral da 15 mesi, e ha alzato il prezzo obiettivo su 12 mesi a 80 dollari dai 64 precedenti. In una nota ai clienti la banca scrive che i risultati e l’outlook positivi hanno cancellato i timori a breve termine circa l’impatto della Brexit e di altre questioni macro in merito agli affari che il gruppo fa nei settori automobilistico e industriale.

Il prossimo catalizzatore positivo per i titoli Texas Instruments potrebbe essere l’innalzamento del dividendo a settembre o al più tardi a ottobre. I titoli hanno guadagnato il 28% da inizio anno, contro un +5,8% dell’S&P 500, il paniere allargato di Wall Street. Nello stesso arco di tempo il settore (Fondo comune ETF dei semiconduttori) ha fatto segnare un progresso del +18%.