Tesla: società di consulenza si schiera contro la rielezione del fratello di Musk e del figlio di Murdoch

27 Settembre 2021, di Redazione Wall Street Italia
Una grande società di consulenza sta raccomandando agli investitori di Tesla di votare contro la rielezione di due membri del consiglio che si candidano per la rielezione: James Murdoch e il fratello minore di Elon Musk, Kimbal Musk. “I voti contro James Murdoch e Kimbal Musk sono giustificati a causa delle preoccupazioni riguardanti i compensi eccessivi ai funzionari esecutivi nominati e agli amministratori non esecutivi”. Così l’Institutional Shareholder Services (ISS) in una nota del 24 settembre a clienti.
 
Tesla: come è composto il cda
 
Il consiglio di Tesla ha nove membri. Murdoch e Kimbal Musk, entrambi di 48 anni, sono i due in carica candidati alla rielezione. Tesla terrà la sua riunione annuale degli azionisti il 7 ottobre dalla sua nuova fabbrica di Austin in Texas. L’investitore privato Antonio Gracias non si candiderà per la rielezione elezione e non sarà sostituito. Murdoch, il figlio del magnate dei media Rupert Murdoch, è stato l’amministratore delegato della 21st Century Fox dal 2015 al 2019. Kimbal Musk è un imprenditore alimentare che siede anche nel consiglio di amministrazione della SpaceX di Elon Musk. L’ISS ha detto che i direttori hanno ricevuto “livelli anomali di retribuzione senza una logica convincente” e che non c’è spiegazione sul perché la grandezza dei premi in opzioni è “così grande, più grande rispetto alla retribuzione dei direttori delle aziende di pari livello”. “Robyn Denholm e Hiromichi Mizuno hanno ricevuto un compenso totale di 5,76 milioni di dollari e 9,23 milioni di dollari, rispettivamente, mentre il direttore uscente Antonio Gracias ha ricevuto un compenso di 1,19 milioni di dollari”, secondo il rapporto. “In ogni caso, la maggior parte di questo compenso è stato elargito sotto forma di sovvenzioni di stock option valutate dalla società a 5,63 milioni di dollari per Denholm, 9,21 milioni di dollari per Mizuno e 1,16 milioni di dollari per Gracias”.