Tensioni commerciali tornano a deprimere Wall Street

23 Maggio 2018, di Mariangela Tessa

Chiusura in rosso sui minimi di giornata ieri a Wall Street. Gli investitori sono stati innervositi dal fatto che il presidente americano Donald Trump si sia detto non contento delle trattative commerciali con la Cina, che sono solo “all’inizio”. Trump ha poi messo anche in dubbio la tempistica del summit con il leader nordcoreano, previsto il 12 giugno a Singapore.

Arrivato a guadagnare 52 e a perderne 200 circa, il DJIA ne ha lasciati sul terreno 178,88, lo 0,72%, a quota 24.834,41. L’S&P 500 ha ceduto 8,57 punti, lo 0,31%, a quota 2.724,44. Il Nasdaq Composite ha lasciato sul terreno 15,58 punti, lo 0,21%, a quota 7.378,46.

Il contratto giugno del petrolio al Nymex ha perso lo 0,15% a 72,13 dollari al barile. Il contratto luglio ha ceduto lo 0,2% a 72,20 dollari al barile.