13:43 venerdì 2 Settembre 2016

Telecom Italia, le reazioni degli analisti dopo le parole di Cattaneo

Dopo le parole pronunciate ieri nella conferenza dell’ad di Telecom Italia, Flavio Cattaneo, che si è detto “pronto alla sfida” con la concorrenza che si farà crescente dopo la fusione fra 3 Italia e Wind, gli analisti hanno mantenuto le proprie posizioni sul titolo.
Intermonte ha confermato la raccomandazione Outperform e il target price a 1,10 euro, così come gli Eps per il 2016 a 0,056 euro e per il 2017 a 0,067 euro (“Il Ceo Cattaneo ha fornito ieri nella presentazione svolta a Milano una serie di elementi che supportano la nostra visione positiva sul titolo”). Mediobanca ha anch’essa confermato la raccomandazione Outperform e il target price a 1,27 euro; Eps 2016 a 0,04; Eps 2017 a 0,05. Icbpi, infine conferma la raccomandazione Buy e il target price di 1,07 euro. Eps 2015 a 0,05 euro, Eps 2016 a 0,06 euro. “L’Ad di Telecom ha fornito indicazioni confortanti dei trend operativi del terzo trimestre”, commentano gli analisti Icbpi.

Al momento il titolo risulta in flessione dello 0,67% a 0,81 euro a Piazza Affari.

Breaking news

17:38
Piazza Affari debole con l’Europa, riflettori su Nvidia

Piazza Affari in calo con le altre borse europee, in attesa dei conti di Nvidia e delle minute Fed. Domani i dati Bce su negoziazioni salari

17:30
Amazon annuncia un investimento di 15,7 miliardi di euro in Spagna

Amazon ha svelato un investimento di 15,7 miliardi di euro per potenziare i data center in Aragona, Spagna, che genererà 17.500 posti di lavoro indiretti e contribuirà al PIL spagnolo per 21,6 miliardi di euro entro il 2033.

16:14
Apertura cauta a Wall Street: cresce l’attesa per i dati di Nvidia

La borsa di New York apre con movimenti limitati, in attesa dei risultati trimestrali di Nvidia e dei verbali della Federal Reserve. La sessione precedente ha visto record per S&P 500 e Nasdaq. Focus sui commenti della Fed riguardo ai tassi di interesse e sulle prestazioni di Nvidia, dopo un anno di forti guadagni.

15:54
USA, aumentano le richieste dei mutui dopo il calo dei tassi d’interesse

I dati della Mortgage Bankers Association confermano l’incremento delle richieste di nuovi mutui negli Stati Uniti, legate del calo dei tassi d’interesse.

Leggi tutti