Telecom Italia annaspa sul Ftse Mib, Equita taglia stime e tp in attesa conti 3° trimestre

21 Ottobre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Si avvicina il test conti per Telecom Italia che riporterà i risultati del 3° trimestre il 27 ottobre. Gli analisti di Equita SIM prevedono dinamiche in miglioramento in termini di clienti fisso e mobile domestici grazie a una riduzione dei tasso di abbandono. I clienti mobili sono visti in calo di 150mila unità (-248mila nel 2Q) e clienti fisso stabili (-9mila nel 2Q). “Non ci aspettiamo ancora nel 3Q segnali forti sulla clientela BB dal lancio del calcio (+45mila, simile al 2Q), probabilmente più visibile nel 4Q”, aggiunge la sim milanese.

L’Ebitda AL domestico è atteso in calo ancora pesante a -9,2% a/a per i costi di start-up del calcio, il calo di ricavi e la ripresa di costi operativi con l trend positivo dal Brasile non più penalizzato dai cambi (EUR-BRL +2% a/a).

I risultati di gruppo dovrebbero evidenziare -1,3% di ricavi a 3,849 mld e -6,2% di ebitda AL a 1,477 mld. In virtù di ciò Equita riduce le stime sull’intero 2021 dell`1% come ricavi a 15,677mld (taglio dell`-1% domestico a 12,844) e del -1,4% come ebitda AL a 5,844 mld (riduzione dell’1,5% domestico a 4,758 ld, visto in calo del -6% a/a ), con un impatto dell`8% sull`utile netto adjusted.

Equita taglia la valutazione a 0,35 euro (da 0,37 euro) sulle azioni ordinarie e a 0,38 euro (da 0,40) sulle azioni risparmio.

A Piazza Affari il titolo TIM cede l’1,3% a 0,3328 euro.