Svizzera: sorpresa Pil, batte le stime a dispetto del franco forte

2 Marzo 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Notizie positive per il Pil della Svizzera, che nell’ultimo trimestre del 2015 ha segnato un rialzo, rispetto al trimestre precedente, +0,4%, battendo ampiamente le attese di un aumento +0,1%.

Il dato dimostra la solidità dell’economia svizzera, dopo lo choc del gennaio del 2015, quando la banca centrale decise di dire addio al peg del franco svizzero con l’euro. Gli economisti non avevano nascosto i loro timori sull’impatto della manovra sulle esportazioni e su una possibile recessione.

Così Cornelia Luchsinger, economista presso Zuercher Kantonalbank, commenta:

“Un anno fa nessuno avrebbe pensato che il 2015 si sarebbe concluso in modo così positivo”.

Tuttavia l’impatto c’è comunque stato, se si considera che, sempre secondo le stime preliminari della Segretaria di Stato dell’economia (Seco) della Svizzera, nell’intero 2015 la crescita del Pil è stata +0,9%, rispetto a +1,9% del 2014.