Stati Uniti: vendita di case nuove ai minimi da fine 2016

26 Settembre 2017, di Daniele Chicca

Dopo i dati deboli di luglio, anche in luglio la situazione del mercato immobiliare americano si conferma poco rosea. In agosto le vendite di case esistenti e di case nuove sono calate nettamente. Le vendite di case nuove si sono ridotte del 3,4% rispetto al mese precedente. La contrazione inaspettata ha fatto scendere i dati ai minimi di otto mesi. Il mercato puntava su un aumento del 2,5%.

L’andamento negativo di luglio non è stato dunque un caso isolato. Il computo delle case vendute in luglio è stato ritoccato leggermente al rialzo, facendo diventare il risultato di agosto il peggiore da dicembre 2016. Il mese scorso 560 mila unità abitative sono state vendute nel mercato immobiliare Usa. È la prima volta da luglio 2016 che si registra un calo per due mesi consecutivi delle vendite di case nuove.

Sebbene non siano disponibili i dati delle singole aree degli Stati Uniti, va ricordato che gli Stati di Texas e Florida, colpiti dagli uragani Harvey e Irma, rappresentavano circa il 14% delle case mono familiari totali nel 2016.