State Street, arretra a luglio la fiducia degli investitori in tutto il mondo

28 Agosto 2019, di Alberto Battaglia

A livello globale l’indice sulla fiducia degli investitori elaborato da State Street è scesa di 8,7 punti rispetto al mese di luglio, un declino registrato dall’indice in tutte le regioni: il Nord America ha visto un calo da 80,3 a 72,5 punti, l’Europa ha visto un calo da 98,6 a 89 punti e l’Asia da 91,8 a 89,2.

“In agosto il sentiment degli investitori istituzionali è nuovamente diminuito in un contesto di rischi per l’economia, l’incertezza politica in Italia e la possibilità di una hard Brexit”, ha commentato Rajeev Bhargava, managing director e responsabile Investor Behavior Research di State Street Associates, divisione di servizi di ricerca e consulenza di State Street Global Markets. “L’incertezza della politica monetaria e commerciale sta riducendo la propensione al rischio e gli investitori stanno osservando i cambiamenti nelle aspettative sui tassi di interesse dopo la conferenza della FED a Jackson Hole”.

I risultati dell’indice sulla fiducia degli investitori di questo mese riflettono le crescenti preoccupazioni degli investitori per il rallentamento dell’economia e il declino generalizzato della produzione a livello globale, mentre la guerra commerciale tra le due maggiori economie mondiali continua ad aggravarsi”, ha dichiarato Kenneth Froot di State Street Associates. “Gli investitori stanno nuovamente esprimendo avversione al rischio a causa dell’aumento della volatilità di mercato e della nuova inversione della curva dei rendimenti dei treasury”.