Spagna e Portogallo graziate da Ue: niente sanzioni su deficit

28 Luglio 2016, di Daniele Chicca

La Commissione Ue ha deciso di non punire Spagna e Portogallo per non avere rispettato gli obiettivi di rientro del deficit. Madrid e Lisbona, secondo la Commissione guidata da Juncker, hanno fatto già molti sforzi. Sarebbe stata una prima volta assoluta in un’Europa piena di problemi dopo la Brexit.

L’organo esecutivo ha quindi rinunciato a infliggere sanzioni a causa della loro deriva del deficit e ha difeso la sua decisione politica, soprattutto in un periodo in cui gli europei hanno sempre meno fiducia nell’Ue come istituzione e nelle sue autorità.