S&P, no a downgrade italiano in caso di nuova maggioranza “debole”

19 Giugno 2017, di Alberto Battaglia

Anche nel caso in cui l’esito elettorale in Italia consegnasse il Paese nelle mani di una maggioranza “debole”, ciò “in sé” non implicherebbe necessariamente un downgrade del debito: lo scrive l’agenzia Standard & Poor’s. Attualmente il giudizio S&P è BBB- con outlook stabile.
Secondo l’agenzia di rating l’ascesa del M5s “solleva delle domande” sulla ripresa economica del Paese; in generale, non ci si attende una maggioranza chiara dall’esito delle urne. Anche la data delle elezioni resta un dubbio fintantoché non emerge alcun accordo sulla riforma elettorale.