S&P: crisi bancaria in Cina potrà ancora essere evitata nel 2017

19 Gennaio 2017, di Alberto Battaglia

Standard & Poor’s ha confermato il suo outlook negativo sul settore bancario della Cina, gravato da crediti erogati a società ad alto rischio:

“Una crisi bancaria sarà probabilmente ancora evitata nel 2017, alla luce di un altro anno con una crescita del Pil superiore al 6% e un cambiamento nel portafoglio crediti tale da migliorare la qualità degli asset. Comunque, la traiettoria attuale non è sostenibile”, ha scritto il credit analyst di S&P Qiang Liao.

Se finora imprese e famiglie sono riuscite a stare al passo con la restituzione dei prestiti ricevuti, l’agenzia di rating continua a ravvisare debolezze, in particolare fra gli istituti di credito più piccoli, le cui politiche sono più aggressive e rischiose. “Non è chiaro se le banche più piccole riusciranno a sostenere un evento che le metta sotto stress, come una corsa ai depositi”.