Sostenibilità, gli investitori ci vedono sempre più vantaggi e vogliono puntare forte sul green

27 Ottobre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Gli investitori vedono sempre più vantaggi dall’integrazione degli investimenti sostenibili nei loro portafogli e vogliono spostare l’asset allocation sul green. A dirlo è la nuova edizione dell’Investor Sentiment di UBS, il report sulla fiducia degli investitori di UBS, leader mondiale nella gestione patrimoniale. La ricerca, per la quale sono stati intervistati 3.004 investitori e 1.202 imprenditori in 15 mercati a livello globale, ha rilevato che la maggioranza degli investitori prevede rendimenti da investimenti sostenibili pari o superiori a quelli da investimenti tradizionali e che il 69% è alla ricerca di consulenza per aumentare la propria allocazione di portafoglio.

L’Italia più green

Tutto questo si è visto in particolar modo in Italia, dove i risultati hanno mostrato una sensibilità maggiore verso le tematiche green maggiore rispetto alla media globale. Qui, come è emerso dalla ricerca, per l’85% degli investitori intervistati gli asset sostenibili rappresentano una componente molto importante da inserire all’interno del proprio portafoglio. E ben il 74% dei risparmiatori italiani già seguiti da un advisor si dice molto interessato a consigli su come aumentare l’allocazione in investimenti sostenibili.

La situazione globale

A livello globale, la maggior parte degli investitori rimane ottimista sull’economia della propria regione (67%) e sul mercato azionario (63%) per i prossimi 12 mesi, ma è sempre più preoccupata per l’aumento delle tasse, il cambiamento climatico e lo scenario politico domestico. Un sentiment positivo che si riflette anche nel corporate. Gli imprenditori continuano ad essere fiduciosi nei confronti della loro attività per i prossimi 12 mesi, nonostante la maggior parte riferisca di aver registrato negli ultimi sei mesi una domanda più debole da parte dei clienti, difficoltà nell’assumere e trattenere i dipendenti, nonché un’inflazione dei salari. In uno scenario del mercato del lavoro caratterizzato da ristrettezze, molti imprenditori hanno implementato orari e luoghi di lavoro più flessibili e il 66% ha indicato di aver aumentato la paga base dei dipendenti.

Il commento dell’esperto

Paolo Federici, Market Head di UBS Global Wealth Management in Italia, ha così commentato: “Negli ultimi 3 mesi l’interesse da parte degli investitori italiani verso gli investimenti sostenibili ha registrato un ulteriore balzo in avanti. Insieme all’interesse, aumenta anche la necessità da parte dei nostri clienti di consulenza per rivedere l’allocazione del proprio portafoglio verso i temi green. Questa tendenza conferma ancora una volta che la direzione intrapresa da UBS GWM negli ultimi anni è quella vincente. La nostra visione di lungo termine è infatti assolutamente in linea con le esigenze degli investitori, focalizzandosi ormai da tempo sulla sostenibilità e sulla consulenza tailor-made”.