Snam: possibile cessione del 20% di Stogit, quali implicazioni per il titolo?

16 Dicembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Snam Rete Gas starebbe studiando la cessione di una quota di minoranza in Stogit e starebbe valutando alcune manifestazioni di interesse, tra cui quella di KKR, Macqurie ed alcune assicurazioni. Lo riporta Il Sole 24 Ore, secondo cui Stogit verrebbe valutata attorno a 5 miliardi. Cifra che comporterebbe un premio di oltre il 20% sulla Regulatory Asset Base (Rab), ovvero il valore del capitale investito netto ai fini regolatori.

“A livello strategico – commentano oggi gli analisti di Equita – andrà verificato come saranno reinvestiti i proventi di un’eventuale monetizzazione del 20% di Stogit”. Secondo la sim milanese, l’operazione potrebbe aumentare gli investimenti di Snam in attività non regolate legate alla transizione energetica. Il piano di Snam prevede come opzioni di lungo termine di investire in stoccaggi per idrogeno e cattura dell’anidride carbonica e in progetti di energia green.

Dall’altro lato, Snam sarebbe in gara per acquisire il 20% del gasdotto Opal, messo in vendita da Uniper. In attesa di eventuali sviluppi, Equita conferma sul titolo Snam il giudizio Hold (tenere in portafoglio) con target price di 5,4 euro. In questo momento, l’azione scambia a Piazza Affari a quota 5,15 euro.