Settore vendite al dettaglio in difficoltà, crolla Next a Londra

5 Gennaio 2016, di Alberto Battaglia

Il tiepido inverno di quest’anno ha raffreddato il mercato dei consumi e in particolare delle vendite al dettaglio. Sotto i riflettori oggi c’è il retailer britannico Next, che non è riuscito a incassare quanto previsto dalla vendita di capi pesanti: il titolo è in discesa del 5,15% alla Borsa di Londra (mentre l’indice Ftse 100 è in rialzo dello 0,57%).

La catena di abbigliamento ha registrato nell’anno finanziario un aumento delle vendite pari al 3,7% a fronte di una guidance che le aveva stimate fra il 4 e il 6%. Grazie a una puntale revisione dei costi l’utile di fine esercizio di Next si attesterà a 817 milioni di sterline, in linea con le previsioni annunciate a ottobre (810-845 milioni).