Settore terziario Usa: PMI e ISM mostrano frenata espansione e aumento costi

5 Dicembre 2017, di Daniele Chicca

Dopo il manifatturiero anche l’indice PMI dei servizi Usa ha deluso a novembre, scivolando a 54,5 punti, che sono anche i minimi da giugno, con la fiducia delle aziende che è la più bassa da febbraio. I prezzi di vendita sono saliti, facendo temere per uno scenario di stagflazione in futuro negli Stati Uniti, la prima economia del globo.

L’ultimo ISM dei servizi (non manifatturiero) offre un’altra conferma delle difficoltà del settore terziario: l’indice è sceso a quota 57,4, ai minimi di tre mesi. Anche l’ISM del settore manifatturiero aveva registrato un calo, a 58,2, i minimi di quattro mesi. I dati macro deludenti hanno provocato un’inversione di rotta del Dow Jones che ora scambia in ribasso a Wall Street.