Se Brexit non provocherà recessione, servirà cambio rotta della Bank of England

15 Settembre 2016, di Daniele Chicca

In seguito alla riunione di politica monetaria della Bank of England, Michael Metcalfe, Responsabile Global Macro Strategy di State Street Global Markets, ha sottolineato che se “la recessione provocata dalla Brexit e prevista dalle autorità centrali non si dovesse verificare, “la politica monetaria potrebbe richiedere un deciso cambiamento per prevenire la crescita dell’inflazione”.

Detto questo dai verbali della riunione si capisce chiaramente che è presto per una sferzata del genere e che la Bank of England intende aspettare ancora per vedere se sarà necessario un ulteriore allentamento. Secondo i dati a disposizione degli analisti, l’inflazione nel Regno Unito ha raggiunto l’1,8% su base annua dopo il crollo della sterlina conseguente alla Brexit.