Sciopero contro riforme governo: oggi bloccati treni, scuola e ospedali

21 Ottobre 2016, di Daniele Chicca

I sindacati e altri parti civili hanno indetto per oggi un grande sciopero su scala nazionale per protestare contro le riforme costituzionali del governo Renzi. A incrociare le braccia saranno centinaia di migliaia di dipendenti del settore pubblico, dalla sanità ai vigili del fuoco, passando per la Pubblica Amministrazione e i trasporti. Il risultato è che molti servizi dei treni, degli aerei, nelle scuole e persino nel campo dell’assistenza sanitaria saranno chiusi o bloccati.

I promotori dello sciopero – tra le sigle sindacali si possono citare Usb, Unicobas e Usi mentre tra i partiti politici quelli della sinistra radicale come Rifondazione Comunista, il Partito Comunista e L’Altra Europa con Tsipras – sono contrari all’ambiziosa agenda delle riforme del premier Matteo Renzi e per questo hanno lanciato una campagna per sensibilizzare i cittadini prima del referendum costituzionale del 4 dicembre. Gli ultimi sondaggi danno i No alla riforma in leggero vantaggio.