Scandalo Danske: da Deutsche bank transitati 150 miliardi sospetti

19 Novembre 2018, di Alberto Battaglia

Dei 230 miliardi di dollari sospetti transitati dal ramo estone della Danske Bank, 150 sarebbero passati da una “sussidiaria americana di una banca europea”, poi rivelatasi Deutsche Bank. Il virgolettato appartiene all’ex dirigente di Danske, Howard Wilikinson, che è intervenuto al parlamento danese sulla questione, per la quale la maggiore banca del Paese è indagata per un enorme caso di riciclaggio.
Che la “banca europea” sia Deutsche è emerso dai documenti di Danske Bank e appartenenti a “persone vicine alla Deutsche Bank”, scrive il Financial Times. Wilkinson ha dichiarato che JPMorgan Chase avrebbe interrotto le sue relazioni bancarie con Danske nel 2013 sulla base delle preoccupazioni relative al portafoglio non-residenti in Estonia; lo stesso ad essere poi finito al centro dello scandalo.