Sangalli: no al salario minimo per legge e a nuove tasse

29 Settembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Passando ai temi fiscali il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, intervenuto all’Assemblea 2021 dell’associazione, ha ribadito il “no al salario minimo per legge” e “a nuove tasse, perché in questa stagione lo Stato deve dare e non prendere”. “Abbiamo bisogno – ha proseguito – di meno imposte e più semplici. Aliquote contenute e ampie basi imponibili determinano anche meno occasioni di evasione ed elusione”.

Quanto al reddito d’impresa, Sangalli ha chiesto di reintrodurre, “al di sopra delle soglie previste per l’applicazione della flat tax”, l’Iri abrogata nel 2019. E di superare l’Irap “in una forma compatibile tra finanza territoriale e abbassamento della pressione fiscale sulle imprese”. Infine no, ovviamente, a qualche forma di patrimoniale, a partire dalla revisione del catasto.