Saipem: le ‘due facce’ del titolo per Barclays, aspettando la nuova strategia

25 Agosto 2021, di Redazione Wall Street Italia

 

Prosegue la striscia positiva di Saipem a Piazza Affari, dove oggi si ritaglia un posto tra le migliori del Ftse Mib. In una giornata improntata alla cautela sui mercati, il titolo del big italiano dei servizi petroliferi avanza di circa l’1% e mantiene nel mirino la soglia dei 2 euro. Ieri il titolo aveva invece approfittato della risalita dei prezzi del petrolio (oggi il Brent e il Wti sono deboli) incoraggiata dalle speranze di vaccinazione più estesa negli Usa dopo l’approvazione definitiva del vaccino Pfizer-BioNTech (il via libera definitivo apre la strada alla diffusione di obbligo di vaccinazione per i dipendenti di enti, agenzie e istituzioni scolastiche pubbliche negli Usa).

Barclays attende nuova strategia
Saipem, che da inizio anno non ha brillato in Borsa (-9,8% circa ytd), è finita nel radar di Barclays che ha confermato la raccomandazione equal weight ma ha ridotto il target price del 7%, portandolo da 2,7 a 2,5 euro. In particolare, per gli analisti della banca inglese “Saipem sembra una storia dalle due facce“. Tra gli aspetti positivi individuati e messi in luce nel report “un portafoglio ordini in crescita; prime indicazioni di ripresa per l’attività di perforazione; una solida strategia sulle rinnovabili e un programma di infrastrutture nazionali che potrebbe offrire soddisfazioni”. Tuttavia, questi aspetti, sottolineano da Barclays, sono attualmente oscurati dalla sospensione di un grande progetto, da una performance non ottimale su un progetto eolico e dalla revisione strategica in corso da parte del nuovo management. Su quest’ultimo fronte Barclays scrive che “sono già stati identificati 100 milioni di euro di risparmi sui costi, con un piano completo da realizzare consegnato entro la fine dell’anno”.

Il consensus degli analisti su Bloomberg indica per Saipem il 18,2% di giudizi Buy e il 54,5% Hold, mentre il 27,3% dice Sell. In media il consensus raccolto da Bloomberg indica per il gruppo di San Donato Milanese un prezzo obiettivo a 1,99 euro, in linea con la performance odierna.

 

Il punto tecnico su Saipem (a cura dell’ufficio studi di Borse.it)


Saipem sta attraversando una fase delicata dal punto di vista tecnico. Il titolo si trova infatti in pattern grafico formato dalle due trendline: quella rialzista costruita sui minimi di ottobre 2020 e luglio 2021 e quella ribassista descritta dai massimi di febbraio e giugno di quest’anno. In tale scenario, il superamento in forza (volumi e volatilità) di quest’ultimo livello dinamico potrebbe aprire la strada a Saipem verso 2,07 e 2,2 euro. Da questo livello il titolo potrebbe spingersi fino a 2,42 euro. Ricordiamo che Saipem è ancora lontano dai massimi pre-covid di gennaio 2020 in area 4,5 euro. Al ribasso, invece, la rottura della trendline rialzista darebbe un primo segnale di debolezza con target 1,77 e 1,60 euro.