Russiagate: Trump conferma di non voler licenziare capo delle indagini

31 Ottobre 2017, di Mariangela Tessa

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, “non ha intenzione” di licenziare il procuratore speciale, Robert Mueller, che conduce l’indagine sulle possibili collusioni tra lo staff elettorale di Trump e il Cremlino.

Lo ha dichiarato Sarah Huckabee Sanders, portavoce della Casa Bianca, in conferenza stampa, specificando che che l’incriminazione di Paul Manafort, ex manager della campagna elettorale di Donald Trump, “non ha nulla a che fare con il presidente e la sua campagna”.