Rottamazione cartelle Equitalia? “Conviene solo a pochi”

12 Aprile 2017, di Alberto Battaglia

La rottamazione della cartella Equitalia? Non è tutta rose e fiori e potrebbe non essere conveniente per molti contribuenti: è questa l’opinione dell’esperto in materia fiscale, l’avvocato Franco Muratori. Raggiunto dall’agenzia AdnKronos, Muratori ha chiarito che:

  1.  “Le cartelle che se rottamate hanno un effettivo risparmio sono quelle più vecchie, vicine al 2000. Nella maggior parte dei casi sono però andate in prescrizione. C’è quindi il paradosso che abbiamo uno sconto più forte solo là dove il debito non è più esistente perché prescritto”. Che, però ritorna in vita tramite la domanda di rottamazione.
  2. “Complessivamente” il pagamento andrà effettuato in “14 mesi, con cinque scadenze, con le prime due non inferiori a un terzo del totale dovuto. Quindi il 60% dovrà essere pagato entro tre mesi”. “Chi non paga le cartelle lo fa perché solitamente non ha soldi e non può addirittura sostenere una normale rateizzazione a dieci anni. Mi chiedo come sia possibile, anche se ci fosse un 50% di sconto, che in 14 mesi si possa provvedere al pagamento dell’intera cartella”
  3. “A fronte di una parola, ‘rottamazione’, che fa pensare a chissà quale sconti, in realtà questi sono molto contenuti e riguardano solamente le sanzioni e gli interessi di mora. Ci troviamo quindi nella situazione per cui una cartella da 50mila euro viene ridotta di un 10%, massimo 20%”.