Renzi: “referendum tra 15 novembre e 5 dicembre. Dimissioni? Non ne parlo”

7 Settembre 2016, di Laura Naka Antonelli

“Entro il 25 settembre fissiamo la data” del referendum, che a quel punto si terrà “tra i 50-70 giorni” successivi. Lo ha reso noto il premier Matteo Renzi parlando da “Porta a Porta”.

“Ascolteremo il parere delle opposizioni” ma “a naso sarà tra il 15 novembre e il 5 dicembre”.

Tornando alla questione delle sue dimissioni da premier in caso di vittoria del no al referendum costituzionale, così Renzi:

“Non ci ho ripensato. Il punto è un altro. Dal giorno dopo che l’ho detto tutti a dire ‘sbaglia a personalizzare’, che voglio fare un plebiscito. Io ho detto solo che non parlo più del mio futuro, non lo faccio nemmeno questa sera. Questo referendum non riguarda il futuro di una singola persona, ma la possibilità di ridurre i numeri delle poltrone, che solo la Camera abbia il potere di dare fiducia al governo, la semplificazione”.

“Io penso che il referendum lo vinceremo, non parlo più di quello che succederà a me in caso di sconfitta”.