Referendum, Mattarella: “Dibattito su data surreale come caccia a Pokemon”

27 Luglio 2016, di Daniele Chicca

È troppo presto per i confronti sui possibili spacchettamenti e date del referendum costituzionale. Tanto che eventuali dibattiti e appelli in materia sono surreali quanto una caccia ai Pokemon. Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella facendo riferimento all’app di successo di Nintendo Pokemon GO che grazie alla tecnologia della realtà aumentata permette di inseguire gli animali Pokemon in giro per le strade.

“La Cassazione ha tempo fino al 15 agosto per comunicare la regolarità del quesito. Fino ad allora non è possibile parlare di quando votare” ed è quindi inutile fare pressioni sul governo in questo senso. Ma il MoVimento 5 Stelle non è d’accordo con Mattarella e contrattacca. Secondo loro il numero uno del Quirinale “ha perso un’occasione per tacere”, dal momento che “Renzi ha un margine d’azione per decidere la data”.