Rbs in crisi, taglia 448 posti di lavoro nell’investment banking

16 Marzo 2016, di Alberto Battaglia

La Royal Bank of Scotland ha annunciato il taglio di 448 posti di lavoro nella sua divisione di investment bankink del Regno Unito. Le posizioni sfoltite saranno nel back office e middle office. L’istituto, che ha registrato perdite per 2 miliardi di sterline (1,27 miliardi di euro), sta portando avanti una strategia volta a ridurre le dimensioni dell’investment bank in favore dell’attività tipica bancaria nel Regno Unito, Irlanda e Europa Occidentale, in un’ottica di riduzione dei costi.

Alcuni dipendenti saranno ricollocati all’interno della banca “laddove possibile”, ha fatto sapere un portavoce di Rbs.