PwC: 2018 anno record delle cessioni di NPL in Italia

7 Dicembre 2018, di Alessandra Caparello

Il 2018 è stato un anno record delle cessioni di NPL con volumi superiori ad €70 mld. A dirlo uno stuido di PwC sul mercato degli Npl, trainato da jumbo deals (MPS – €24.1 mld) e  IntesaSanpaolo-Intrum – €10.8 mld) e cartolarizzazioni con GACS (Banco  BPM – €5,1mld, UBI Banca – €2,7mld, BPER – €1,9 mld).

I volumi  di NPL sono scesi significativamente (€ 222mld al 30 Giugno vs €264mld  al 31 Dicembre 2017) per effetto delle cessioni, mentre le coperture sono salite altrettanto significativamente per effetto soprattutto  della prima applicazione del principio contabile IFRS9 e della pressione  regolamentare. Nel suo studio PwC sottolinea anche che il mercato degli UtP ha visto chiudersi nel  2018 le prime operazioni di cessione di portafogli. Tema fondamentale  nelle agende delle banche per il 2019 sarà il deleverage degli UtP anche  mediante soluzioni strutturate. Il mercato del servicing è  tuttora in fase di consolidamento (e.g. operazione Intrum-Intesa  Sanpaolo e operazione in corso sulla piattaforma di Banco BPM) con  potenziale ulteriore M&A nel 2019.