Propaganda pro Clinton di Moody’s: con lei 10,4 milioni di posti di lavoro in più

29 Luglio 2016, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) – Se Hillary Clinton venisse eletta come nuovo presidente degli Stati Uniti d’America si verrebbero a creare 10,4 milioni di posti di lavoro  e il ritmo di crescita del PIL potrebbe accelerare ad una media annuale del 2,7% rispetto all’attuale 2,7%. La previsione è stata realizzata da Moody’s che scrive nella sua relazione:

“Il risultato della nostra analisi è che le politiche economiche del Segretario Clinton nel loro insieme si tradurranno in una più forte economia degli Stati Uniti rispetto a qualsiasi altro scenario ipotizzabile”.

L’autore principale della relazione è tale Mark Zandi che ha donato 2,700 dollari alla campagna della Clinton lo scorso anno.