Prese di beneficio su Fca, in calo dell’1,95%

29 Agosto 2016, di Alberto Battaglia

Il titolo Fca è in flessione dell’1,95% a 6,045 euro questa mattina a Piazza Affari, in una giornata debole un po’ per tutto il comparto automobilistico il cui indice di riferimento cede circa l’1%. Per Fiat Chrysler la settimana si avvia con le prese di beneficio dopo una serie di sedute positive negli ultimi giorni, sulla scia della possibile cessione della Magneti Marelli alla Samsung Electronics o ad altri potenziali acquirenti. L’ad di Fca, Sergio Marchionne, aveva però rimarcato come “nel breve termine Magneti Marelli resta essenziale per Fca, valutazione che potrebbe cambiare nel lungo termine”. Forse un’affermazione tattica, suggeriscono gli analisti di Banca Akros, per la quale resta più probabile la vendita.
In Canada nel frattempo il sindacato del settore auto Unifor ha votato in grande maggioranza il mandato per futuri scioperi legati al rinnovo del contratto in scadenza a settembre con i costruttori; il mercato inoltre teme una flessione dei dati delle vendite di auto ad agosto: sono entrambi fattori che al momento gravano sul comparto.