Poste Italiane: il Kuwait diventa uno dei maggiori azionisti

3 Novembre 2015, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Entrerà nel capitale di Poste Italiane il Governo del Kuwait. A rilevarlo le comunicazioni odierne della Consob sulle partecipazioni rilevanti.

Nell’ambito del processo di privatizzazione della società guidata da Francesco Caio, che si è concluso lo scorso 27 ottobre con lo sbarco a Piazza Affari, il Kuwait Investment Office, in qualità di agente del Governo dello Stato del Kuwait, rileverà una quota del 2,058%.

Il Kuwait diventerà così uno dei maggiori azionisti di Poste Italiane ma il socio di riferimento  resta il Dipartimento del Tesoro, con una quota del 65,317% del capitale e il 3,468%, ha precisato la Consob, senza diritto di voto.