Pir, in Gazzetta Ufficiale i decreti che attuano nuova normativa

8 Maggio 2019, di Alberto Battaglia

Il decreto attuativo che introduce la nuova normativa sui Piani individuali di risparmio è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Con la nuova normativa, le agevolazioni fiscali legate allo strumento imporranno un investimento minimo nelle Pmi italiane (quotate e non) e in venture capital del 3,5%. La quota del 70% del valore complessivo del piano di risparmio a lungo termine costituito dall’investitore privato indipendente, deve essere investita per almeno il 5% del valore complessivo in strumenti finanziari, ammessi alle negoziazioni sui sistemi multilaterali di negoziazione, emessi da Pmi ammissibili; per almeno il 5% in quote o azioni di fondi per il venture capital, o di fondi di fondi per il venture capital.

Il Pir, che hanno nel 2016, sono uno strumento pensato per indirizzare il risparmio privato verso le imprese italiane (il 70% del portafoglio, infatti, dev’essere investito in aziende tricolore) in cambio di agevolazioni sulla tassazione delle plusvalenze.