Pil Cina +4,8% in I trim 2022, ma effetto lockdown da pandemia ben visibile in vendite al dettaglio

19 Aprile 2022, di Redazione Wall Street Italia

Nel primo trimestre del 2022, il Pil della Cina è cresciuto a un tasso del 4,8%, meglio del +4% riportato nel quarto trimestre del 2021 e in deciso aumento rispetto al tonfo del 6,8% accusato all’inizio del 2020, a causa degli effetti della pandemia nel paese.

Il trend del prodotto interno lordo cinese è stato migliore rispetto al +4,4% atteso dal consensus, ma la situazione attuale che vive la Cina, alle prese con l’ondata di Covid peggiore dal 2020, alimenta le preoccupazioni su una forte frenata dell’economia.

E di fatto, alcuni dati macro diffusi oggi confermano un l’effetto della pandemia Covid-19: le vendite al dettaglio di marzo sono scese del 3,5% su base annua, pagando gli effetti del lockdown, facendo decisamente peggio rispetto al -1,6% atteso e rallentando in modo sostenuto rispetto al +6,7% di febbraio.

Bene ha fatto invece la produzione industriale, avanzata del 5%, più del +4,5% stimato.