Piazza Affari vale il 34,8% del Pil italiano, Ftse Mib +13,94% nel 2015

30 Dicembre 2015, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI)-  Borsa Italiana comunica i dati di sintesi del 2015 relativi a Piazza Affari. Dal rapporto emerge che il valore di mercato complessivo delle aziende quotate a Piazza Affari si attesta a fine 2015 a 567,6 miliardi di euro, in rialzo +17,6% rispetto a fine 2014 e pari al 34,8% del Pil italiano.

Il rialzo del Ftse Mib, nel 2015, è stato a due cifre su base percentuale, esattamente pari a +13,94%. Il Ftse All Share archivia il 2015 con +16,47% e lo Star, dedicato alle piccole e medie società più dinamiche, +39,52%.

Gli scambi di azioni a Piazza Affari hanno raggiunto nel 2015 una media giornaliera di 3,2 miliardi di euro e quasi 282.000 contratti con un picco toccato il 24 agosto (5,9 miliardi di euro e 530.325 contratti) Complessivamente sono stati scambiati oltre 70,7 milioni di contratti e un controvalore di oltre 801,7 miliardi di euro.

Intesa SanPaolo è stata l’azione più trattata per controvalore, (95,2 miliardi), Unicredit in termini di contratti (3,9 milioni).

Il 2015 si chiude con 356 società quotate sui mercati di Borsa Italiana: 282 società sul mercato principale Mta (di cui 71 Star) e 74 sull’ Aim. Le nuove ammissioni nel 2015 sono state 32 (erano 26 nel 2014) di cui 27 Ipo (18 sull’Aim). Le società revocate sono state invece 16.

Tra le matricole, che hanno raccolto in totale oltre 5,7 miliardi di euro, la parte del leone è di Poste Italiane, maggiore Ipo negli ultimi 10 anni per capitale raccolto: più di 3 miliardi