Piazza Affari tonica sotto spinta di Stellantis e Leonardo, bene anche le banche

17 Gennaio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di settimana in moderato rialzo per Piazza Affari. Con Wall Street chiusa in occasione del Martin Luther King day, gli investitori guardano alle mosse della Cina. Il PIL 2021 ha segnato +8,1%, oltre il target di crescita fissato dal governo di Pechino, pari a una espansione del 6%, e oltre anche le previsioni di diversi economisti, evidenziando però un rallentamento del Pil cinese nel quarto trimestre. La People’s Bank of China ha così tagliato i tassi di riferimento sui suoi prestiti a medio termine al 2,85%, per la prima volta dall’aprile del 2020, ovvero in quasi due anni, per cercare di far fronte al rallentamento dell’economia.

Il Ftse Mib segna +0,36% a 27.639 punti. Tra le big movimento convinto al rialzo per Leonardo (+1,65%) e Stellantis (+1,24%) che agguanta i nuovi massimi assoluti in area 19,24 euro. Tra le banche bene Unicredit a +0,8% e Intesa a +0,68%.
Poco mossa Generali (+0,1% a 18,45 euro) con gli ultimi rumor che vedono Del Vecchio e Caltagirone sponsorizzare il nome di Matteo Del Fante come prossimo ceo del Leone di Trieste. Intanto, dopo le dimissioni di Caltagirone, il board del Leone di Trieste vede uscire anche Romolo Bardin (a.d. Delfin).

Nel corso della giornata è previsto l’Eurogruppo. Nei prossimi giorni attesi i risultati trimestrali di Goldman Sachs, Morgan Stanley e Netflix. In agenda anche la riunione di politica monetaria della Bank of Japan, i dati definitivi sull’inflazione nell’area dell’euro e la pubblicazione del verbale dell’ultima riunione di politica monetaria della Banca centrale europea