Piazza Affari: titoli bancari sospesi, poi tonfo fino a -7%. Mps torna in asta

9 Novembre 2016, di Laura Naka Antonelli

A Piazza Affari è nuovo ennesimo bagno di sangue sui titoli bancari. Diversi i titoli che non sono riusciti a fare prezzo. Entrano ora nelle contrattazioni dell’indice Ftse Mib Bper che cede quasi -7%, BPM che arretra di oltre -5%, così come Banco Popolare. Mps in asta di volatilità, poi entranelle contrattazioni con un calo superiore a -9%, per essere sospesa nuovamente per eccesso di ribasso.

Alle 9.53 ora italiana, l’indice Ftse Mib cede il 2,35%, a 16.422,18 punti.

Tra i titoli, proseguono le vendite sui bancari e sugli assicurativi, con Unipol che registra un tonfo superiore a -5%; UnipolSai -3,73%. Tra i bancari Unicredit -4,43%, Ubi Banca -4,64%, BPM -6,62%, BP -6,70%, Bper -6%, Mps torna in asta con una perdita -9,63% a 0,24 euro. Tra i titoli di altri settori bene Recordati +1,78%, mentre è sell off per Mediaset -3,14%, Cnh Industrial -3,12%, Brembo -3,69%. In crescita Buzzi Unicem, che sale del 2,55%.

Effetto Trump sui mercati azionari di tutto il mondo. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib è affossato di nuovo dai titoli bancari.