Piazza Affari tenta il rimbalzo, sul Ftse Mib corrono Stm ed ENI

21 Dicembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Tentativo di rimbalzo per Piazza Affari dopo il difficile inizio di settimana dettato dai timori per la rapida diffusione della variante Omicron e per le restrizioni messe in atto per contenere i contagi. Oggi in Germania il nuovo cancelliere Olaf Scholz annuncerà nuove restrizioni, ma non il temuto lockdown. Il Ftse Mib segna in avvio quasi +1% in area 26.425 punti.

Tra le big bene ENI (+1,71% a 12,04 euro) con le quotazioni del petrolio in risalita dopo il tonfo di lunedì. Circa +1% per Unicredit tra le banche.

Spicca il balzo di STM (+1,8% a 42,11 euro) che cavalca l’effetto Micron Technology. Il big Usa dei chip ieri sera ha annunciato che si attende che le vendite saranno pari a circa 7,5 miliardi di dollari nel trimestre che si concluderà a febbraio, un dato superiore ai 7,32 miliardi del consensus Bloomberg. Al netto delle poste non ricorrenti, i profitti sono attesi a quota 1,95 dollari per azione contro 1,86 dollari indicati dagli analisti.

Moderato rialzo per Leonardo (+0,4%) che ha sottoscritto una linea di credito term loan ESG-linked per 600 mln di euro.

Unico moderato segno meno per Diasorin (-0,22%).