Piazza Affari negativa in avvio, bene CNH e STM

13 Gennaio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Partenza cauta per Piazza Affari. Il Ftse Mib, reduce dal +0,65% della vigilia che ha riavvicinato l’indice ai top di settimana scorsa, segna -0,13% a quota 27.677 punti. Ieri i mercati hanno reagito in maniera positiva davanti all’inflazione Usa balzata a +7% a/a, nuovi massimi a quasi 40 anni. “I mercati sono più infastiditi dal ritmo piuttosto che dalla direzione, e l’aumento dell’inflazione in linea con le previsioni che ha favorito una prospettiva più ottimista”, rimarcano stamattina gli esperti di IG.

Tra gli esponenti Fed prendono piede i falchi che spingono per più rialzi dei tassi. James Bullard, presidente della Fed di St. Louis, ha affermato che quest’anno sembrano necessari quattro aumenti dei tassi di interesse per contrastare l’elevata inflazione.

Oggi gli investitori guarderanno ai dati sui prezzi alla produzione negli Stati Uniti e le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione. Intanto si avvicina l’inizio della stagione degli utili aziendali con Citigroup, JP Morgan e Wells Fargo che saranno tra le prime a pubblicare i loro conti venerdì.

Tra le big di Piazza Affari ritracciano Intesa Sanpaolo (-0,6%) ed ENI (-0,38%), con quest’ultima che ieri aveva aggiornato i massimi a quasi 2 anni sotto la spinta dei nuovi rialzi del petrolio. Bene STM con +0,73% e rally di CNH a +1,9% circa in area 14,5 euro.